Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Notiziario Comunicati Stampa SOCIETA’ IMMOBILIARE DELLA PROVINCIA DI PISA CEDE TERRENO ALL’ IRCCS FONDAZIONE STELLA MARIS PER REALIZZARE NUOVO OSPEDALE
Azioni sul documento

SOCIETA’ IMMOBILIARE DELLA PROVINCIA DI PISA CEDE TERRENO ALL’ IRCCS FONDAZIONE STELLA MARIS PER REALIZZARE NUOVO OSPEDALE

 SOCIETA’ IMMOBILIARE DELLA PROVINCIA DI PISA CEDE TERRENO ALL’ IRCCS FONDAZIONE STELLA MARIS  PER REALIZZARE NUOVO OSPEDALE

SOCIETA’ IMMOBILIARE DELLA PROVINCIA DI PISA CEDE TERRENO ALL’ IRCCS FONDAZIONE STELLA MARIS PER REALIZZARE NUOVO OSPEDALE

 

Sorgerà a Pisa, negli spazi compresi tra via Cisanello e via Bargagna, il nuovo Ospedale dell’ IRCCS Fondazione Stella Maris di Calambrone (Pi), l’unico Istituto di ricovero e cura a carattere scientifico con sede principale in Toscana e il solo in Italia dedicato esclusivamente all’assistenza e ricerca nell’ambito della Neuropsichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza.

L’opera, del valore complessivo di 20 milioni di euro sarà costruita (a partire dal 2014 e con tre di lavori stimati) su un’area di 6.000 mq, all’interno di un terreno dell’estensione complessiva di 27.840 mq (con una superficie edificabile massima di 11.741 mq) che è stato ceduto al prezzo di 3,7 milioni di euro dalla Società Immobiliare Pisa 2001 srl, con socio unico la Provincia di Pisa.

A presentare l’operazione ieri a San Miniato, presso la sede legale della “Stella Maris”, i vertici della Fondazione, il presidente della Provincia di Pisa Andrea Pieroni, l’assessore provinciale alla valorizzazione del patrimonio Nicola Landucci, l’assessore all’urbanistica del Comune di Pisa Ylenia Zambito e il Vescovo di San Miniato Monsignor Fausto Tardelli.

“Abbiamo raggiunto un obiettivo fortemente voluto dalla Provincia di Pisa che – ha spiegato il Presidente Andrea Pieroni - archiviata l’intenzione di realizzare sui terreni di Cisanello la nuova sede dell’Ente, ha deliberato nel novembre del 2012 di dettare un nuovo indirizzo alla “Società Immobiliare 2001”, in particolare l’intenzione di destinare i terreni all'insediamento di strutture operanti nel settore socio-sanitario e assistenziale. Da qui l’intesa con il Comune di Pisa, che lo scorso aprile ha prontamente approvato la necessaria variante al regolamento urbanistico, il successivo avvio della procedura per la verifica della disponibilità di soggetti interessati all'acquisto ed infine nel mese di settembre l’assegnazione definitiva alla Fondazione Stella Maris. Quest'oggi stipuliamo il preliminare di vendita mentre il rogito definitivo avverrà entro il 2013 ”.

“Con orgoglio e soddisfazione ufficializziamo questo passaggio – ha aggiunto Pieroni - che permetterà alla nostra città e all’intero Paese di avviare a realizzazione una struttura d’avanguardia che garantirà ai bambini e agli adolescenti ricoverati altissimi standard di comfort, sicurezza e tecnologia. Ricordo che attualmente a Calambrone vengono ricoverati ogni anno oltre 2400 bambini, fornite più di 20.000 prestazioni ambulatoriali, di cui 6.800 di neuropsichiatria infantile: numeri che dimostrano la centralità a livello nazionale ed internazionale della Fondazione Stella Maris, che oltre alla sua sede di Calambrone ha attualmente una presenza significativa a San Miniato (Casa Verde e La Scala) e a Montalto di Fauglia, a cui si aggiunge il ruolo di rilievo nel campo scientifico e formativo con la Scuola di Specializzazione in Neuropsichiatria infantile dell’Università di Pisa e il  Corso di laurea per terapisti dell’età evolutiva”.

“La maggiore criticità sperimentata nell’attività ospedaliera degli ultimi anni - ha precisato Roberto Cutajar, Direttore Generale IRCCS Fondazione Stella Maris - deriva dal numero e dalla gravità crescenti dei bambini che quotidianamente affluiscono al nostro ospedale di Calambrone, una struttura bella ma ormai vecchia di oltre 50 anni, lontana dagli altri presidi ospedalieri, e quindi non più adeguata con le necessità di ospedale di ricerca”.

Da qui l’esigenza di avere locali e ambienti più moderni, dotati di tutti i supporti tecnologici ed di confort per i malati e le famiglie, ma soprattutto situati accanto a un policlinico multispecialistico, fondamentale per una reciproca integrazione. “Il progetto del nuovo ospedale dell’IRCCS Fondazione Stella Maris – ha aggiunto il Direttore -  prevede comunque di lasciare nella sede storica di Calambrone le attività non ospedaliere ma riabilitative territoriali e di ricerca”.

Nella parole di Giuliano Maffei, Presidente dell’IRCCS, l’emozione per aver iniziato a scrivere una nuova pagina della storia della Fondazione Stella Maris: “Così come 50 anni fa Don Aladino Cheti iniziò, nella Diocesi di San Miniato, l’avventura che lo portò poi a dare vita insieme alla Università di Pisa con il Prof Pietro Pfanner, alla Fondazione Stella Maris di Calambrone, così oggi ripartiamo da qui per rilanciare e realizzare quell’esperienza di fede, di amore e di scienza che è il progetto del nuovo ospedale”.

Parole rilanciate dal Vescovo Tardelli: “Scienza, tecnologia e amore sono racchiusi da sempre nell’attività della Stella Maris che ha sempre, e continuerà a farlo, messo al centro il proprio servizio alle famiglie e ai bambini”.

L’assessore comunale Ylenia Zambito ha infine ricordato come “accanto al nuovo ospedale nascerà il più grande parco della città di Pisa, con una superficie di 51.000 mq, segno dell’attenzione dell’amministrazione non solo alle attività della Fondazione, ma anche anche alla qualità della vita dei suoi pazienti e dei cittadini pisani”.

 

Ultime notizie
17/07/2019 Telethon finanzia progetto di ricerca su una rara malattia metabolica dell’IRCCS Fondazione Stella Maris C’è anche l’IRCCS Fondazione Stella Maris tra i progetti finanziati da Fondazione Telethon in Toscana per complessivi 660 mila euro. Il progetto scelto come il migliore riguarda infatti una rara malattia metabolica, il deficit di trasporto della creatina, il progetto di Laura Baroncelli dell’IRCCS Fondazione Stella Maris. L’impatto di questa patologia è soprattutto a livello del cervello: i bambini che ne sono affetti presentano infatti disabilità intellettiva già in età precoce, epilessia e comportamenti di tipo autistico. Al momento non esistono cure: obiettivo di questo progetto, che si svolgerà in partnership con l’Istituto italiano di tecnologia, sarà mettere a punto nel modello animale un approccio di terapia genica, che consenta tramite un vettore di origine virale di trasferire una versione corretta del gene difettoso direttamente nel cervello nel modello animale della malattia e poi nell’uomo. Il trasferimento genico a livello cerebrale è particolarmente difficile, perché occorre superare la barriera emato-encefalica che normalmente ha il compito di proteggere il nostro cervello da “intrusioni” esterne. I ricercatori studieranno inoltre, mediante tecniche innovative di imaging cerebrale, come i circuiti nervosi del cervello sono influenzati da questo difetto genetico nelle diverse fasi della progressione della malattia.
17/07/2019 Al via oggi alla Summers School dedicata alla ricerca nell’ambito della riabilitazione infantile: oltre 30 studenti provenienti da tutta Europa per 5 giorni con i maggiori esperti internazionali al corso di ricerca dell’Università di Pisa con il sostegno Pisa, 15 luglio 2019 - “Evidence based medicine and research in rehabilitation of childhood disability”, è il titolo della Summer School promossa e coordinata dal prof Giovanni Cioni, Professore di neurologia infantile e psichiatria dell’Ateneo Pisano, Presidente dell'EACD e Direttore scientifico dell’IRCCS Fondazione Stella Maris, che oggi alle ore 9 ha preso avvio al Centro Congressi Le Benedettine di Pisa nell’ambito delle Summer School che l’Università di Pisa promuove in diversi campi, quali ad esempio le materie umanistiche, l’ingegneria, la matematica, le scienze e altri ancora. Ad aprire l’evento è stato il Professor Paolo Mancarella, Rettore dell'Università di Pisa,che ha portato i saluti ai partecipanti, sottolineando l’importanza di questo percorso formativo nell’ambito di un settore rilevante delle neuroscienze.
10/07/2019 La Parrochia "La Madonna" San Romano (PI) presenta IL MIO GESU' Un Opera di Beppe Dati 15 Settembre 2019 ore 21.15 Chiostro del Convento Francescano San Romano (Pisa) Con il patrocinio della Fondazione Stella Maris
29/05/2019 Traiettorie psicopatologiche dal neonato all’adulto così l’edizione XII delle Giornate Pisane di psichiatria e psicofarmacologia clinica evidenzia le relazioni dal feto al neonato e all’adulto. Presidente la professoressa Liliana Dell’Osso, vicepresidente professor Giovanni Cioni Il 28 e 29 maggio un congresso scientifico all’Hotel Galilei (via Darsena 1)
18/04/2019 UNIC – LINEAPELLE Concerie Italiane ha donato le uova di Pasqua per i bambini e i ragazzi ospiti delle varie sedi della Fondazione Stella Maris, la consegna è avvenuta all’insegna della gioia con i clown “I libecciati” Calambrone (Pisa) - Un dolcissimo dono, in vista della Pasqua, per tutti i bambini e i ragazzi ricoverati nelle varie sedi della Fondazione Stella Maris. E’ quello che UNIC LINEAPELLE, Concerie Italiane, ha voluto fare ieri pomeriggio consegnando decine di uova di cioccolato agli ospiti dell’Istituto di Calambrone (Pisa) e dei Centri di San Miniato e di Montalto di Fauglia. Un regalo che sottolinea il percorso di responsabilità sociale che UNIC ha deciso di intraprendere a favore del IRCCS Fondazione Stella Maris, condividendo l’obiettivo di sostenere il nuovo Ospedale dei bambini che l’Istituto è in procinto di realizzare nell’area di Cisanello a Pisa. Una partnership che, come un seme, sta generando momenti di intensa collaborazione e la donazione odierna rientra in questo cammino condiviso. “Abbiamo allo studio una serie di iniziative a supporto delle attività della Fondazione Stella Maris”, dichiara Fulvia Bacchi Amministratore delegato UNIC.
Altre notizie…
Prossimi eventi
Auditorium IRCCS Stella Maris, V.le del Tirreno 341/A/B/C Calambrone (Pisa),
20/09/2019
VALUTAZIONE E TRATTAMENTO DELLE ESPERIENZE SFAVOREVOLI INFANTILI: APPROFONDIMENTI
Auditorium IRCCS Stella Maris, V.le del Tirreno 341/A/B/C Calambrone (Pisa),
01/10/2019
Il disturbo del controllo degli impulsi dall’età prescolare all’adolescenza
Eventi precedenti…
Prossimi eventi…