Strumenti personali
Tu sei qui: Portale Utenti e famiglie Nuovo Ospedale di Cisanello Concept F.A.Q.
Azioni sul documento

F.A.Q.


DOMANDA: La spesa massima di Euro 11.500.000,00 è riferita al solo fabbricato oppure devono essere ricomprese anche le sistemazioni esterne?

RISPOSTA: E' comprensiva anche delle sistemazioni esterne.

 

DOMANDA: E' esatta che la filosofia del concept è quella di prevedere un progetto di Mq. 12.000,00 con un primo stralcio già esattamente identificato di Mq. 7.075,00 ed il resto lasciato ad un futuro ampliamento?

RISPOSTA: Si, è esatta.

 

DOMANDA: Nel disciplinare fornitoci per la redazione del concept si parla di 58 posti letto per assistenza ospedaliera e 42 postiletto per quella extraospedaliera (per un totale di 100 posti letto complessivi); è possibile assumerli dunque come dati progettuali o ci sono delle rettifiche?

RISPOSTA: i dati forniti sul numero dei posti letto citati nel bando possono essere assunti come dati progettuali; alcune piccole modifiche saranno contenute in un documento che si sarà inviato.

 

DOMANDA: L'istituto di riabilitazione neuropsichiatrica (IRC) ed il servizio cerco asilo dei quali si parla nel disciplinare e dei quali vengono forniti i Mq. sono strutturati come unità operative diurne o presentano spazi differenti?

RISPOSTA: L'Istituto di Riabilotazione di Calambrone è un'attività extraospedaliera ex art. 26 e il cerco asilo è un'attività sociale normata dalla Legge Regionale 41/2005 e sono quindi spazi differenziati dalle altre attività.

 

DOMANDA: Si chiede chiarimenti circa l'art. 14 del bando che fa riferimento all'art. 5 delletera f poichè in essa non appare congruo il riferimento apparendo un semplice "refuso".

RISPOSTA: Nell'art. 14 è stato erroneamente citato l'art. 5 lettere f e d, ma trattasi di refuso nella stesura del documento.

 

 

DOMANDA: I gruppi partecipanti possono essere forniti da temporanee associazioni da puntualizzare successivamente, atte a conferire unitariamente l'ammontare delle proprie fatturazioni professionali ne tre anni precedenti.

RISPOSTA: Gli studi partecipanti devono dichiarare di avere all'interno, anche con collaborazioni, le figure professionali previste per affrontare l'eventuale incarico; successivamente nella seconda fase sarà eventualmente richiesta un'associazione temporale d'impresa (ATI) ed il gruppo concorre con le proprie fatturazioni agli importi richiesti del bando.

 

DOMANDA: L'importo dei lavori pari a 11.500.000,00 Euro va inteso come soglia massima da non superare con il progetto dell'interno complesso ospedaliero (pari a 12.000 Mq.) oppure, come specificato nell'art. 3 del disciplinare, dobbiamo tenere contro che la realizzazione dell'ospedale prevederà la costruzione di soli 7.075 Mq. e quindi riferire l'importo lavori a tale superficie?

RISPOSTA: L'importo dei lavori è inteso come importo di riferimento della futura costruzione di 7.075 Mq. di SLU.

DOMANDA: Ci è chiesto se è possibile avere la configarazione elettronica e funzionale dell'attuale Ospedale Stella Maris di Calambrone, mediante l'acquisizione di planimetrie distributive e funzionali dei vari livelli edilizi del plesso ospedaliero.

RISPOSTA: è stato inviato un eleborato con la configurazione architettonica e funzionale dell'attuale Ospedale FSM.

DOMANDA: Possibile avere una pianta dwg che inquadri l'area di Cisanello sulla quale dovrà insistere l'ipotesi progettuale del nuovo ospedale Stella Maris e del parco.

RISPOSTA: sarà inviata.

DOMANDA: Le attività esterne che si prevede che rimangano all'interno dell'Ospedale Calambrone (la serra, pet therapy, l'orto.....) debbano essere previste anhe all'interno del nuovo complesso di Cisanello?

RISPOSTA: si

DOMANDA: Devono essere compresi nel budget i parcheggi a raso, la viabilità relativa e le relative alberature; le sistemazioni a verde che circondano la Clinica e relative alberature escludendo il giardino attrezzato di pertinenza?

RISPOSTA: si

DOMANDA: E' necessario consegnare un documento che attesti l'idoneità del gruppo di progettisti ai requisiti dell'art 4 del disciplinare?

RISPOSTA: Consegnare documento su foglio A4 con i requisiti contenuti nel bando.

DOMANDA: Confermare che sia corretta l'interpretazione secondo cui le superfici richieste nel piano seminterratosiano considerate in quota parte fuori della SLU come da definizione urbanistica, dunque al di fuori dei 7075 mq di SLU richieste dal disciplinare di gara.

RISPOSTA: I servizi nel piano seminterrato, proposta non vincolante per le scelte ma solo di indirizzo generale sono comprese nei 7075 mq di SLU ad eccezione dei parcheggi.

DOMANDA: Specificare se la cucina aziendale si intende il locale per la preparazione e la distribuzione dei pasti per le degenze oppure la cucina a servizio della mensa. Nel secondo caso come dobbiamo prevedere la mensa? Dobbiamo collocarla tra i servizi comuni e rientra dunque nei 1900 mq richiesti per tali funzioni?

RISPOSTA: Vogliamo che tale cucina sia spostata a Cisanello; detta cucina è costituita da tutti i magazzini correlati e dal locale mensa dove dove vengono consumati i pasti da parte del personale della Fondazione. come previsto dal documento un'idea sarebbe quella di inserirla nel piano seminterrato.

DOMANDA: Quanti posti auto dobbiamo prevedere per i mezzi di servzio e quanti per la Direzione?

RISPOSTA: 12 posti in totale per la Direzione e per i mezzi di proprietà della Fondazione

DOMANDA: Nel disciplianare, nella tabella di riepilogo dei dati dimensionali dell'attuale struttura alla voce riabilitazione èindicato il solo servizio "IRC - Cerco Asilo" per com plessivi 850 mq. Sarebbe possibile avere un'indicazione di quali ambienti della struttura esistente corrispondono a questa destinazione d'uso? ci sono preferenze sul piano dell'edificio di progetto in cui ricollocare il "Cerco Asilo"?

RISPOSTA: L'individuazione dei due servizi sono rappresentati tramite elaborato grafico all'interno del link nuovo ospedale presente nel nostro sito internet; se non ritenete sufficiente tale materiale ci potete contattare che vi inviamo qualcosa di più dettagliato. Non ci sono preferenze per l'ubicazione del servizio "Cerco Asilo".

DOMANDA: Il progetto della prima fase riguarda il solo masteplan dei 12.000 mq con le piante dell'edificio riferite ai soli 7075 mq? L'espansione degli ulteriori 4925 mq deve essere considerata esclusivamente con destinazione a laboratori?

RISPOSTA: Il progetto del concept riguarda i 12.000 mq di SLU, per quanto riguarda il quadro economico e lo sviluppo del progetto in termini funzionali è riferito alla superficie da trasferire cioè ai 7075 mq di SLU. L'ampliazione futura riguarderà sicuramente l'ampliamento dell'attività laboratoristica e dell'attività clinica diurna della struttura consistente in prestazioni ambulatoriali e day hospital.

DOMANDA: E' possibile consegnare oltre alle 3 tavole in formato A1 anche un pannello in formato A1 con un alto rilievo della sezione di progetto o eventualmente un plastico dell'edificio?

RISPOSTA: La documentazione da consegnare e che verrà valutata è quella contenuta nel bando. Se allegherete altro materiale sarà la Commissione a decidere se ammetterlo come ulteriore elemento valutativo.

 

DOMANDA: E' confermato il numero di 200 posti auto da prevedere a raso per i visitatori e 50 nel seminterrato per il personale?

RISPOSTA: si

 

DOMANDA: E' possibile prevedere un'uscita carrabile a sud su via Cisanello,immaginando di entrare nel parcheggio da Via Bargagna, oppure è necessario entrare e uscire da uscire da quest'ultima?

RISPOSTA: L'uscita su Via Cisanello è problematica in quanto è in corso di progettazione un collegamento veloce con un filo bus tra la stazione ferroviaria e l'ospedale di Cisanello tramite corsia dedicata. 

 

DOMANDA: Il confine dell'area di progetto su Via Bargagna include anche il marciapiede e la pista ciclabile oppure sono da considerare al di fuori del confine? Questi elementi non sono infatti riportati nell'estratto del R.U.

RISPOSTA: Nel dwg che abbiamo messo a disposizione nel nostro sito l'area della pista e il marciapiede sono fuori dal confine.  

DOMANDA: Le funzioni descritte ai punti 6 e 7 sono da cosiderarsi comprese all'interno dei 1900 mq di "aree e servizi comuni".

RISPOSTA: Le funzioni descritte nei punti 6 (agorà) e 7, esclusivamente per quanto riguarda i servizi da prevedere nel seminterrato, sono da considerarsi comprese all'interno dei 1900mq di "aree e servizi comuni".

DOMANDA: La figura del geologo può essere ricoperta da un consulente specialistico consolidato a P.iva con cui la società collabora in maniera continuativa?

RISPOSTA: si

DOMANDA: Resta inteso che la presentazione del Concept reterà limitata nel foglio Uni A1 (841 x 594")?

RISPOSTA: si

Ultime notizie
17/07/2019 Telethon finanzia progetto di ricerca su una rara malattia metabolica dell’IRCCS Fondazione Stella Maris C’è anche l’IRCCS Fondazione Stella Maris tra i progetti finanziati da Fondazione Telethon in Toscana per complessivi 660 mila euro. Il progetto scelto come il migliore riguarda infatti una rara malattia metabolica, il deficit di trasporto della creatina, il progetto di Laura Baroncelli dell’IRCCS Fondazione Stella Maris. L’impatto di questa patologia è soprattutto a livello del cervello: i bambini che ne sono affetti presentano infatti disabilità intellettiva già in età precoce, epilessia e comportamenti di tipo autistico. Al momento non esistono cure: obiettivo di questo progetto, che si svolgerà in partnership con l’Istituto italiano di tecnologia, sarà mettere a punto nel modello animale un approccio di terapia genica, che consenta tramite un vettore di origine virale di trasferire una versione corretta del gene difettoso direttamente nel cervello nel modello animale della malattia e poi nell’uomo. Il trasferimento genico a livello cerebrale è particolarmente difficile, perché occorre superare la barriera emato-encefalica che normalmente ha il compito di proteggere il nostro cervello da “intrusioni” esterne. I ricercatori studieranno inoltre, mediante tecniche innovative di imaging cerebrale, come i circuiti nervosi del cervello sono influenzati da questo difetto genetico nelle diverse fasi della progressione della malattia.
17/07/2019 Al via oggi alla Summers School dedicata alla ricerca nell’ambito della riabilitazione infantile: oltre 30 studenti provenienti da tutta Europa per 5 giorni con i maggiori esperti internazionali al corso di ricerca dell’Università di Pisa con il sostegno Pisa, 15 luglio 2019 - “Evidence based medicine and research in rehabilitation of childhood disability”, è il titolo della Summer School promossa e coordinata dal prof Giovanni Cioni, Professore di neurologia infantile e psichiatria dell’Ateneo Pisano, Presidente dell'EACD e Direttore scientifico dell’IRCCS Fondazione Stella Maris, che oggi alle ore 9 ha preso avvio al Centro Congressi Le Benedettine di Pisa nell’ambito delle Summer School che l’Università di Pisa promuove in diversi campi, quali ad esempio le materie umanistiche, l’ingegneria, la matematica, le scienze e altri ancora. Ad aprire l’evento è stato il Professor Paolo Mancarella, Rettore dell'Università di Pisa,che ha portato i saluti ai partecipanti, sottolineando l’importanza di questo percorso formativo nell’ambito di un settore rilevante delle neuroscienze.
10/07/2019 La Parrochia "La Madonna" San Romano (PI) presenta IL MIO GESU' Un Opera di Beppe Dati 15 Settembre 2019 ore 21.15 Chiostro del Convento Francescano San Romano (Pisa) Con il patrocinio della Fondazione Stella Maris
29/05/2019 Traiettorie psicopatologiche dal neonato all’adulto così l’edizione XII delle Giornate Pisane di psichiatria e psicofarmacologia clinica evidenzia le relazioni dal feto al neonato e all’adulto. Presidente la professoressa Liliana Dell’Osso, vicepresidente professor Giovanni Cioni Il 28 e 29 maggio un congresso scientifico all’Hotel Galilei (via Darsena 1)
18/04/2019 UNIC – LINEAPELLE Concerie Italiane ha donato le uova di Pasqua per i bambini e i ragazzi ospiti delle varie sedi della Fondazione Stella Maris, la consegna è avvenuta all’insegna della gioia con i clown “I libecciati” Calambrone (Pisa) - Un dolcissimo dono, in vista della Pasqua, per tutti i bambini e i ragazzi ricoverati nelle varie sedi della Fondazione Stella Maris. E’ quello che UNIC LINEAPELLE, Concerie Italiane, ha voluto fare ieri pomeriggio consegnando decine di uova di cioccolato agli ospiti dell’Istituto di Calambrone (Pisa) e dei Centri di San Miniato e di Montalto di Fauglia. Un regalo che sottolinea il percorso di responsabilità sociale che UNIC ha deciso di intraprendere a favore del IRCCS Fondazione Stella Maris, condividendo l’obiettivo di sostenere il nuovo Ospedale dei bambini che l’Istituto è in procinto di realizzare nell’area di Cisanello a Pisa. Una partnership che, come un seme, sta generando momenti di intensa collaborazione e la donazione odierna rientra in questo cammino condiviso. “Abbiamo allo studio una serie di iniziative a supporto delle attività della Fondazione Stella Maris”, dichiara Fulvia Bacchi Amministratore delegato UNIC.
Altre notizie…
Prossimi eventi
Auditorium IRCCS Stella Maris, V.le del Tirreno 341/A/B/C Calambrone (Pisa),
20/09/2019
VALUTAZIONE E TRATTAMENTO DELLE ESPERIENZE SFAVOREVOLI INFANTILI: APPROFONDIMENTI
Auditorium IRCCS Stella Maris, V.le del Tirreno 341/A/B/C Calambrone (Pisa),
01/10/2019
Il disturbo del controllo degli impulsi dall’età prescolare all’adolescenza
Eventi precedenti…
Prossimi eventi…