La parte migliore

“ Via Crucis – Pensieri di Gesù mentre sale verso il Calvario”. Un’Opera di Beppe Dati. Lettura a tre voci

Per la “Parte Migliore” ospitiamo la testimonianza dell’avv. Giuliano Maffei, Presidente della Fondazione Stella Maris, che ci racconta come è nata la“ Via Crucis – Pensieri di Gesù mentre sale verso il Calvario”, la stupenda Opera di Beppe Dati che è stata rappresentata in diverse occasioni prima della pandemia. Qui quella della Santa Pasqua 2016 nel Duomo di San Miniato. La Fondazione Dramma Popolare l’ha riproposta nel 2020 e anche quest’anno. Lin apertura il Vescovo Andrea Migliavacca, le cui parole risuonano sempre attuali.
Oggi più di ieri questa Opera assume un’importanza particolare e profonda.

Alcuni anni fa Beppe Dati, il famoso autore di canzoni di successo (Masini, Pausini, Mia Martini, Guccini, Raf, Vallesi ecc.. ), grande amico di Stella Maris, mi telefonò proprio al momento giusto, ossia mentre avevo iniziato la Via Crucis in una borgata del mio paese di San Romano. “ Non posso risponderti Beppe, sono alla Via Crucis “.
“Oh che roba è?” Mi chiese”, così, per sua abitudine, solo per farmi confondere.
“ Ti chiamo domani “ risposi.
Il giorno dopo ci sentimmo e mi chiese come il parroco l’aveva proposta ai suoi parrocchiani . Ovviamente, dopo la spiegazione, mi disse:” Chissà che noia”.
Io: “ OOOh Beppe, ormai sai come si fa, hai già scritto “Il mio Gesù “ , scrivila tu la Via Crucis, così la fai come ti pare. Pensa che questa volta, a differenza de “Il mio Gesù” , puoi fermarti alla 14 stazione (deposizione nel sepolcro), non importa che tu ne faccia 15 (Risurrezione), sono poche le vie Crucis con 15 stazioni, normalmente sono 14”.
L’ha scritta! Ed ha composto 15 Stazioni
E che roba, Bellissima. Stupenda, direi.
Sono i pensieri che Gesù ebbe mentre saliva il Calvario, mentre inventava l’Amore.
Satana (ovviamente, interpretato da Beppe) e Maria accompagnano ai lati Gesù.
Beppe in seguito mi disse che era stato giusto scrivere anche questa Opera, una lettura musicale a tre voci, perché la “Via dolorosa” porta con se’ qualcosa di enorme che andava meglio sviscerato, approfondito, rispetto a quanto aveva fatto ne “ Il mio Gesù “.
Che forte questo nostro amico Beppe, così “ diversamente credente “.
Qui sotto trovate il link della Fondazione Dramma Popolare di San Miniato dove potete vedere ed ascoltare la rappresentazione eseguita presso il Duomo di San Miniato (Pisa), aperta dal Vescovo Mons. Andrea Migliavacca. Dopo questa prima rappresentazione Via Crucis è passata da varie chiese e luoghi, compresa la Basilica di Santa Croce in Firenze.
Spero vi piaccia, questa è roba molto buona, come la Pasqua, come Beppe.
Auguri a tutti e buon pellegrinaggio dentro di noi.

Giuliano Maffei

Categorie:La parte migliore, News