Trasparenza

In attuazione del principio di trasparenza, codificato dal D.Lgs. n. 33/2013 (Testo Unico della Trasparenza), nella presente pagina sono pubblicati dati, documenti ed informazioni sull’organizzazione e sulle attività della Fondazione Stella Maris.

CONTRIBUTI PUBBLICI

Pubblicazione ai sensi dell’art. 1, co. 125 e 127, della Legge n. 124/2017 “Legge annuale per il mercato e la concorrenza“, così come modificata dall’art. 35 del D.L. n. 34/2019 convertito in Legge n. 58/2019, concernente i contributi pubblici ricevuti dalla Fondazione Stella Maris, suddivisi per anno.

AVVISI PER LA CONCESSIONE DI FINANZIAMENTI DESTINATI AD INIZIATIVE DI RICERCA PER TECNOLOGIE E PERCORSI INNOVATIVI IN AMBITO SANITARIO E ASSISTENZIALE

Pubblicazione ai sensi del decreto direttoriale n.931 del 6.6.2022.

AVVISO PUBBLICO PER LA VERIFICA DI UNICITA’ DEL FORNITORE PER L’AFFIDAMENTO DI UN 1 WORKSTATION TYROSTATION + 1 SISTEMA PABLO.

La Fondazione Stella Maris rende nota la documentazione relativa all’avviso pubblico per la verifica di unicità del fornitore per l’affidamento di una WORKSTATION TYROSTATION + 1 SISTEMA PABLO, per le esigenze del progetto “FIT4MEDRob – Fit for Medical Robotics” finanziato nell’ambito del PNC decreto direttoriale n.931 del 6.6.2022, codice PNC0000007 – CUP B53C22006760001.

A tal riguardo, si pubblicano i seguenti documenti:

Data pubblicazione 8 aprile 2024 a decorrere 10 giorni.

AVVISO PUBBLICO PER LA VERIFICA DI UNICITA’ DEL FORNITORE PER L’AFFIDAMENTO DI UN SISTEMA CMILL – VR Plus

La Fondazione Stella Maris rende nota la documentazione relativa all’avviso pubblico per la verifica di unicità del fornitore per l’affidamento di un sistema C – MILL – VR Plus, per le esigenze del progetto “FIT4MEDRob – Fit for Medical Robotics” finanziato nell’ambito del PNC decreto direttoriale n.931 del 6.6.2022, codice PNC0000007 – CUP B53C22006760001. A tal riguardo, si pubblicano i seguenti documenti:

Data pubblicazione 9 aprile 2024 a decorrere 10 giorni.

AVVISO PUBBLICO PER LA VERIFICA DI UNICITA’ DEL FORNITORE PER L’AFFIDAMENTO DI UN SISTEMA GLOREHA Sinfonia Plus

 La Fondazione Stella Maris rende nota la documentazione relativa all’avviso pubblico per la verifica di unicità del fornitore per l’affidamento di un sistema GLOREHA Sinfonia Plus, per le esigenze del progetto “FIT4MEDRob – Fit for Medical Robotics” finanziato nell’ambito del PNC decreto direttoriale n.931 del 6.6.2022, codice PNC0000007 – CUP B53C22006760001.

A tal riguardo, si pubblicano i seguenti documenti:

Data pubblicazione 8 aprile 2024 a decorrere 10 giorni.

AVVISO PUBBLICO PER LA VERIFICA DI UNICITA’ DEL FORNITORE PER L’AFFIDAMENTO DI UN SISTEMA BTS SMART-DX EVO9 CON MODULO AGGIUNTIVO BTS NIRVANA3.

La Fondazione Stella Maris rende nota la documentazione relativa all’avviso pubblico per la verifica di unicità del fornitore per l’affidamento di un sistema BTS SMART-DX EVO9 CON MODULO AGGIUNTIVO BTS NIRVANA3, per le esigenze del progetto “FIT4MEDRob – Fit for Medical Robotics” finanziato nell’ambito del PNC decreto direttoriale n.931 del 6.6.2022, codice PNC0000007 – CUP B53C22006760001.

A tal riguardo, si pubblicano i seguenti documenti:

Data pubblicazione 8 aprile 2024 a decorrere 10 giorni.

UTILIZZO CONTRIBUTI 5 X MILLE

Pubblicazione ai sensi dell’art. 16, co. 5 del D.P.C.M. 23/07/2020 “Disciplina delle modalità e dei termini per l’accesso al riparto del cinque per mille dell’imposta sul reddito delle persone fisiche degli enti destinatari del contributo, nonché delle modalità e dei termini per la formazione, l’aggiornamento e la pubblicazione dell’elenco permanente degli enti iscritti e per la pubblicazione degli elenchi annuali degli enti ammessi” (in vigore dal 17/09/2020).

Avendo la Fondazione percepito erogazioni del contributo 5 x mille pari o superiori a 20.000 euro, di seguito vengono pubblicati, suddivisi per anno finanziario:

  • Scheda riassuntiva di assegnazione risorse (Modello A1 Ministero della salute).
  • Scheda economica iniziale di spesa (Modello A2 Ministero della salute)
  • Breve relazione illustrativa

ATTI DI CONCESSIONE DI SOVVENZIONI, CONTRIBUTI, SUSSIDI E ATTRIBUZIONE DI VANTAGGI ECONOMICI

Pubblicazione ai sensi degli artt. 26-27 del D.Lgs. n. 33/2013 – T.U. Trasparenza, concernente gli atti di concessione di sovvenzioni, contributi, sussidi e attribuzione di vantaggi economici a persone fisiche ed enti pubblici e privati.

La Fondazione Stella Maris non concede sovvenzioni, contributi, sussidi né attribuisce vantaggi economici a persone fisiche ed enti pubblici e privati.

BILANCI

Pubblicazione ai sensi dell’art. 41, co. 6 del D.Lgs. n. 33/2013 – T.U. Trasparenza (comma modificato dall’art. 15, comma 2, della legge n. 118/2022 entrata in vigore il 27/08/2022), concernente i bilanci di esercizio corredati dalle relazioni di una Società di revisione indipendente.

MANIFESTAZIONE D’INTERESSE

Manifestazione d’interesse a sottoscrivere una locazione di immobile o porzione d’immobile per esigenze scientifiche, ai sensi della delibera del Direttore Generale della Fondazione IRCCS Stella Maris, n.7 del 21.02.2024 (Prot. n. 40/2024 Pres.)

CARTA DEI SERVIZI E STANDARD DI QUALITÀ

Pubblicazione ai sensi dell’art. 32, co. 1 e art. 41, co. 6 del D.Lgs. n. 33/2013 – T.U. Trasparenza (comma modificato dall’art. 15, comma 2, della legge n. 118/2022 entrata in vigore il 27/08/2022), concernente la carta dei servizi, gli standard di qualità e  i dati sugli aspetti qualitativi e quantitativi dei servizi erogati e sull’attività medica svolta.

La Carta dei Servizi è uno strumento di comunicazione finalizzato a far conoscere l’organizzazione e i servizi offerti dalla Fondazione Stella Maris attraverso le sue diverse strutture operative.

Di seguito vengono pubblicati le carte dei servizi delle varie strutture operative e i report annuali della Direzione Sanitaria nei quali sono illustrati i dati di attività e i principali indicatori di qualità.

CLASS ACTION

Pubblicazione ai sensi dell’art. 1, co. 2 e art. 4, co. 2 e 6 del D.Lgs. n. 198/2009 “Attuazione dell’articolo 4 della legge 4 marzo 2009, n. 15, in materia di ricorso per l’efficienza delle amministrazioni e dei concessionari di servizi pubblici”, concernente la Class Action e l’emissione delle relative sentenze.

Notizie del ricorso in giudizio proposte dai titolari di interessi giuridicamente rilevanti ed omogenei nei confronti delle amministrazioni e dei concessionari di servizio pubblico al fine di ripristinare il corretto svolgimento della funzione o la corretta erogazione di un servizio (art. 1, co. 2, D.Lgs. n. 198/2009)

Alla data di aggiornamento della pagina non sono state avviate Class Action nei confronti della Fondazione Stella Maris.

Sentenze di definizione dei giudizi (art. 4, co. 2, D.Lgs. n. 198/2009)

Alla data di aggiornamento della pagina non sono state emesse sentenze per Class Action in cui la Fondazione Stella Maris sia risultata soccombente.

Misure adottate in ottemperanza alle sentenze (art. 4, co. 6, D.Lgs. n. 198/2009)

Alla data di aggiornamento della pagina non si è resa necessaria l’applicazione di alcuna misura stante l’assenza di sentenze per Class Action in cui la Fondazione Stella Maris sia risultata soccombente.

COSTI CONTABILIZZATI PER I SERVIZI PUBBLICI EROGATI

Pubblicazione ai sensi dell’art. 32, co. 2 lett. a) del D.Lgs. n. 33/2013 – T.U. Trasparenza, concernente i costi contabilizzati per i servizi pubblici erogati ed il relativo andamento nel tempo.

LISTE DI ATTESA

Pubblicazione ai sensi dell’art. 41, co. 6 del D.Lgs. n. 33/2013 – T.U. Trasparenza, concernente i criteri di formazione delle liste di attesa, i tempi di attesa previsti e i tempi medi effettivi di attesa per ciascuna tipologia di prestazione erogata.

Criteri di formazione delle liste di attesa, tempi di attesa previsti e i tempi medi effettivi di attesa per ciascuna tipologia di prestazione erogata.

ALTRI CONTENUTI – ACCESSO CIVICO

Pubblicazione ai sensi dell’art. 5, co. 1 e 2 del D.Lgs. n. 33/2013 – T.U. Trasparenza, dell’art. 2, co. 9-bis della Legge n. 241/1990 “Nuove norme in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi” e delle Linee guida ANAC FOIA – Delibera n. 1309/2016, concernente l’accesso civico.

Il diritto all’accesso civico consiste nella possibilità, per i cittadini, di accedere a dati, documenti e informazioni detenuti dalle pubbliche amministrazioni o dai concessionari di servizi pubblici.

Tale diritto riguarda tanto i dati e i documenti che sono oggetto di pubblicazione obbligatoria laddove i medesimi dati non risultino pubblicati (accesso semplice), quanto i dati e documenti ulteriori rispetto a quelli oggetto di pubblicazione, ossia per i quali non sussista uno specifico obbligo di pubblicazione, purché si tratti di dati e documenti riferibili alle attività di pubblico interesse svolte dalla Fondazione, nel rispetto dei limiti previsti dalla legge a tutela di altri interessi pubblici e/o privati (accesso generalizzato).

La richiesta di accesso deve consentire alla Fondazione di individuare il dato, il documento o l’informazione che si intende acquisire; sono pertanto inammissibili le richieste generiche. Parimenti non sono ammissibili richieste meramente esplorative, volte cioè semplicemente a “scoprire” di quali informazioni l’ente dispone.

Allo stesso modo possono essere respinte le richieste relative a un numero manifestamente irragionevole di documenti, tale da imporre un carico di lavoro suscettibile di compromettere il buon funzionamento dell’ente (punto 4.2 delle Linee guida ANAC FOIA – Delibera n. 1309/2016).

Di seguito si riportano i recapiti dell’ufficio cui indirizzare le richieste:

IRCCS Fondazione Stella Maris

  • Dirigente per gli Affari Generali, Viale del Tirreno 341, A/B/C 56128 Calambrone (PI)
  • Dott.ssa Barbara Collina Grenci
  • Telefono: +39 050886240
  • E-mail: barbara.collina@fsm.unipi.it

Il titolare del potere sostitutivo in caso di inerzia è il

  • Direttore Generale, Viale del Tirreno 341, A/B/C 56128 Calambrone (PI)
  • Dott. Roberto Cutajar
  • Telefono: +39 050886269
  • E-mail: dirgen@fsm.unipi.it

ATTESTAZIONI DI ASSOLVIMENTO DEGLI OBBLIGHI DI PUBBLICAZIONE

Pubblicazione ai sensi dell’art. 14, co. 4 lettera g) del D.Lgs. 27/10/2009, n. 150 “Attuazione della legge 4 marzo 2009, n. 15, in materia di ottimizzazione della produttivita’ del lavoro pubblico e di efficienza e trasparenza delle pubbliche amministrazioni” e dell’art. 1, co. 8-bis della L. 190/2012 “Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità nella pubblica amministrazione”, concernente l’attestazione dell’assolvimento degli obblighi di pubblicazione.

GESTIONE DEL RISCHIO CLINICO E DEGLI EVENTI AVVERSI

Pubblicazione ai sensi degli artt. 2, co. 5, 4, co. 3 e 10, co. 4 della Legge 8 marzo 2017, n. 24 (Legge Gelli – Bianco) recante “Disposizioni in materia di sicurezza delle cure e della persona assistita, nonché in materia di responsabilità professionale degli esercenti le professioni sanitarie”, concernente gli eventi avversi verificatesi all’interno delle strutture e gestione del rischio sanitario.

SEGNALAZIONI DI ILLECITO – WHISTLEBLOWER

La disciplina del Whistleblowing

Dal 15 luglio 2023 è efficace la nuova disciplina del Whistleblowing introdotta dal D.Lgs. n. 10 marzo 2023, n. 24 che ha recepito in Italia la Direttiva (UE) 2019/1937 del Parlamento europeo e del Consiglio del 23 ottobre 2019, riguardante la protezione delle persone che segnalano violazioni del diritto dell’Unione e delle disposizioni normative nazionali.

La disciplina sul Whistleblowing è orientata, da un lato, a garantire la manifestazione della libertà di espressione e di informazione, che comprende il diritto di ricevere e di comunicare informazioni, nonché la libertà e il pluralismo dei media. Dall’altro, è strumento per contrastare (e prevenire) la corruzione e la cattiva amministrazione nel settore pubblico e privato.

Maggiori informazioni >

Chi segnala fornisce informazioni che possono portare all’indagine, all’accertamento e al perseguimento dei casi di violazione delle norme, rafforzando in tal modo i principi di trasparenza e responsabilità delle istituzioni democratiche.Le disposizioni di legge hanno l’obiettivo di garantire la protezione – sia in termini di tutela della riservatezza che di tutela da ritorsioni – dei soggetti che si espongono con segnalazioni, denunce o divulgazioni pubbliche, contribuendo all’emersione e alla prevenzione di rischi e situazioni pregiudizievoli per la stessa amministrazione o ente di appartenenza e, di riflesso, per l’interesse pubblico collettivo.

L’ANAC (Autorità Nazionale Anticorruzione), con propria Delibera n. 311 del 12 luglio 2023, ha emanato apposite Linee guida in materia, reperibili direttamente sul sito dell’Autorità alla pagina https://www.anticorruzione.it/-/del.311.2023.linee.guida.whistleblowing.

Al fine di garantire il corretto e consapevole esercizio del diritto ai soggetti titolati, in conformità con il dettato normativo e con le regole applicative fissate dall’ANAC nelle sue Linee Guida, la Fondazione Stella Maris ha predisposto un’apposita informativa (Whistleblowing – Informativa sull’operatività dell’istituto a seguito dell’emanazione del D.Lgs. n. 24/2023) che illustra i punti salienti dell’istituto del Whistleblowing, per come riformato. Informativa che è scaricabile dalla presente pagina cliccando sul Link riportato in appresso.

Per consentire di effettuare le segnalazioni di illecito, la Fondazione ha predisposto tre canali alternativi.

  • La segnalazione può essere effettuata per iscritto con modalità informatiche utilizzando il Portale Whistleblowing Smart Leaks, accessibile dal Link riportato in appresso e compilando il modulo all’uopo predisposto.
  • La segnalazione può essere effettuata, sempre per iscritto, inoltrandola a mezzo servizio postale, per posta ordinaria, all’indirizzo:
    Organismo di Vigilanza di IRCCS Fondazione Stella Maris
    c/o IRCCS Fondazione Stella Maris
    Viale del Tirreno, 331
    56128 Calambrone (PI)

In tal caso, per poter usufruire di tutte le rigorose forme di tutela previste in tema di riservatezza dal D.Lgs. n. 24/2023, la segnalazione dovrà essere contenuta in due buste chiuse: la prima con i dati identificativi del segnalante unitamente alla fotocopia del documento di riconoscimento; la seconda con la segnalazione, in modo da separare i dati identificativi del segnalante dalla segnalazione. Entrambe le buste dovranno poi essere inserite in una terza busta chiusa che rechi all’esterno, in modo chiaro e leggibile, la dicitura “RISERVATA PERSONALE – WHISTLEBLOWING”.

  • La segnalazione può anche essere effettuata in forma orale chiedendo un incontro diretto all’Organismo di Vigilanza della Fondazione al seguente contatto telefonico:
  • Sergio Franceschi – Cell. +39 333 28.64.634

L’incontro sarà fissato dall’Organismo di Vigilanza entro un termine ragionevole; lo stesso Organismo di Vigilanza provvederà a redigere un apposito verbale dell’incontro svoltosi.

Al fine di agevolare le operazioni di segnalazione è stato predisposto un apposito modulo scaricabile utilizzando il Link riportato in appresso. Il contenuto di detto modulo può essere strumento guida in caso di segnalazioni in forma scritta inviate a mezzo posta oppure formulate in forma orale; in caso di segnalazione fatta tramite il Portale Whistleblowing Smart Leaks il predetto modulo viene invece sostituito dalla procedura guidata nell’ambito del Portale.

Tutti i canali interni per come predisposti garantiscono la massima riservatezza secondo quanto previsto per legge, tenuto conto anche di quanto indicato nelle Linee Guida ANAC.

Per tutti gli ulteriori dettagli sul funzionamento dell’Istituto – comprese anche le istruzioni sulla gestione delle segnalazioni esterne da parte di ANAC – si fa rinvio al contenuto del citato documento Whistleblowing – Informativa sull’operatività dell’istituto a seguito dell’emanazione del D.Lgs. n. 24/2023.

Pagina in continuo aggiornamento. Data di ultimo aggiornamento: 27/05/2024